Su quali immobili si può fare Home Staging?

Nel mio primo articolo apparso su questa rivista ho cercato di rispondere alla domanda: per quale motivo dovrei fare l’Home Staging alla mia casa/appartamento in vendita o in affitto? Nel rispondere a questa domanda ho cercato di spiegare come oggi, dove tutto dipende dall’immagine, sia di fondamentale importanza presentare bene gli appartamenti e le case, se si vuole vendere o affittare nel minor tempo possibile e al massimo prezzo di mercato. In assenza dell’Home Staging, infatti, anche un annuncio ben fatto, con un servizio fotografico professionale, può diventare un boomerang che anziché attirare i clienti, li fa allontanare. Ogni accenno di disordine, ogni oggetto fuori posto, vengono accentuati dalle fotografie professionali, evidenziando tutto ciò che può essere un difetto e generando nel potenziale acquirente un disinteresse che lo fa optare per case meglio preparate e ordinate. Per questo motivo, anche un semplice intervento di base, come il “decluttering” degli ambienti, aumenta il valore percepito dell’immobile. Ma dal momento che decidiamo di fare l’home staging sul nostro immobile, alcune domande sorgono spontanee: l’Home Staging si adatta anche alla mia tipologia di casa/appartamento? Quanto sarà complesso/costoso realizzarlo? Possiamo rispondere ad entrambe le domande, analizzando le diverse tipologie di appartamenti o case ai quali si può applicare l’home-staging.

La prima tipologia, che è anche la tipologia più difficile di immobili da trattare con l’home staging è senza dubbio quella delle case/appartamenti abitati. Il motivo è semplice, si entra in contatto con i venditori o gli affittuari, e si deve conciliare la realizzazione del servizio di home staging, riuscendo a modificare al meglio la casa per la presentazione, ma senza andare a stravolgere le abitudini e la vita di chi sta all’interno degli appartamenti e rispettandone la privacy.

La seconda tipologia meno difficoltosa, ma pur sempre molto interessante, è quella degli immobili arredati. Case o appartamenti non più abitati ma che ancora conservano gli arredi degli ultimi occupanti. All’interno di questa tipologia abbiamo tre diverse categorie di intervento che si distinguono in base alla quantità e tipologia dell’arredamento. Vediamole in dettaglio:

  1. Casa o appartamento nella quale vi sono mobili che comunque vanno bene per raggiungere il target stabilito. In questo caso l’home stager mantiene i mobili presenti e aggiunge semplicemente qualche complimento d’arredo, qualche tessuto e qualche oggetto.
  2. Casa o appartamento che ha mobili vecchi, non più attuali, e che il target non riuscirebbe ad apprezzare. Siamo nella situazione in cui l’intervento dell’home stager è più costoso della media, in quanto è necessario svuotare, portando via tutti questi mobili di base, per poi metterne di nuovi che rispecchino il target. In pratica è necessario sgomberare per e ri-arredare completamente gli ambienti.
  3. Casa o appartamento che si trova in una situazione intermedia, dove una parte di arredi possono essere mantenuti.

La Terza tipologia è quella delle case e appartamenti vuoti. Anche questa tipologia è a sua volta divisibile in due categorie:

  1. Immobili nuovi da costruttore
  2. Appartamenti vuoti, ma precedentemente occupati da proprietari o inquilini che si sono trasferiti e hanno trasferito tutto il mobilio con loro. In questo caso il prezzo del servizio di home staging sarà differente da quello per gli immobili nuovi da costruttore, perché, per presentarli al meglio si è costretti a fare interventi di imbiancatura e di sistemazione.

In conclusione, il motivo per il quale fare Home Staging è molto chiaro: il potenziale acquirente è una persona che oggi raggiunge l’immobile attraverso le immagini dei portali e dei social. Non ci si può quindi esimere dal presentare l’immobile nel migliore dei modi. La tipologia del nostro immobile determinerà la tipologia di home staging che dovrà essere eseguito, la sua complessità e quindi il suo costo. In ogni caso possiamo essere certi che l’investimento sarà ampiamente ripagato dal risultato. L’esperienza ha dimostrato che per tutte le tipologie di immobili e tulle le diverse categorie, il nostro immobile dopo l’home staging, verrà scelto per primo tra tutti quelli in pubblicità, avremo minori trattative sul prezzo e una rapidità di chiusura dell’affare non paragonabile a nessun altro intervento. Da questa certezza deriva il motto della associazione “Home Staging Lovers”, della quale mi vanto di far parte, che raggruppa oltre 170 professionisti/e: “Siamo la soluzione non il costo”.

Qui di seguito un elenco riepilogativo dei vantaggi dei proprietari quando scelgono l’home staging:

  • Qualificazione e distinzione
  • Aumento del numero delle visite
  • Riduzione tempistiche di vendita
  • Riduzione della trattativa al ribasso
  • Aumento della qualità percepita

Home Staging Lugano di Lorenza Cremonini
architetto e home stager
Tel. +41 79 900 90 96
www.homestaginglugano.ch

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Iscriviti alla newsletter