Rigo Ingegneria e Consulenza Sagl di Lugano; un must nel settore immobiliare

Nata all’inizio del 2016 è specializzata nel settore immobiliare. Una società che vanta tanti prestigiosi riconoscimenti e che si è sviluppata attraverso l’intermediazione immobiliare.

Da sinistra: Flavio Mazzone, Claudia Rigo Fankhauser, Rocco Tripepi.

Ci raccontano la sua storia Claudia Rigo Fankhauser, ingegnere, fiduciario e perito immobiliare, Rocco Tripepi, geometra e consulente immobiliare e Flavio Mazzoni che segue gli aspetti amministrativi e gestionali.

Una realtà nata nel recente 2016. Ci raccontate di Rigo Ingegneria e Consulenza? | Mi permetta citarla per brevità come Rigo. La società si occupa della attività immobiliare in genere, ma con una maggiore attenzione all’intermediazione. Io, Claudia, sono ingegnere civile di formazione, esercito la professione di valutatore immobiliare da più di 25 anni. Inizialmente ho lavorato a Lugano per due studi di architettura e, dopo un periodo di studi specifici e stage, ho ottenuto la patente di fiduciaria immobiliare. Nel 2016 ho accolto una nuova sfida costituendo la mia società, in questa sede dove oggi ci troviamo, inizialmente lavorando come valutatore immobiliare per alcune istituti bancari, finanziari ed anche per privati. A metà del 2017 ho iniziato una collaborazione con il sig. Tripepi e insieme abbiamo sviluppato sempre più intensamente l’attività nel settore dell’intermediazione immobiliare. L’anno scorso ho raggiunto uno dei miei obbiettivi professionali al quale tenevo molto, ottenendo il certificato d’expert ISO17024/SEC 04.1 per le stime immobiliari. Per poter offrire una consulenza specializzata e rispondere alle future esigenze del mercato immobiliare al servizio della costruzione sostenibile, per poter fornire risposte adeguate sia sugli aspetti energetici che funzionali, ho intrapreso la formazione continua della SUPSI frequentando un percorso formativo di 3 anni: il MAS in Real Estate Management, che ho concluso questo anno. Questa formazione mi ha consentito di acquisire competenze specifiche per affrontare le nuove sfide che questo delicato settore professionale presenta con sempre maggiori esigenze ed attenzione agli aspetti relativi al fabbisogno energetico degli immobili. La necessità di programmare interventi di risanamento in funzione delle caratteristiche e della potenzialità edificatoria di ogni immobile, il suo stato di conservazione, la durata di vita utile, la gestione dei costi di manutenzione ed il rinnovo del ciclo di vita degli immobili; tutto questo contribuendo con la nostra consulenza alla pianificazione dei futuri investimenti. Personalmente ritengo che la compra-vendita degli immobili deve essere sempre più “confortata dalla conoscenza tecnica e funzionale” dei professionisti del nostro settore. Noi dobbiamo essere in grado di fornire ai nostri clienti tutte le informazioni tecniche necessarie, se non per evitare totalmente, per prevenire laddove possibile “sorprese sgradevoli” e contribuire nella manutenzione e gestione del loro patrimonio immobiliare, garantendone il valore in ottica futura. Questo è uno dei servizi che offre la Rigo: molto apprezzato dalla nostra clientela, quindi di nostra grande soddisfazione.

Oggi qual è il business principale della Rigo? | Dedotto dai numeri è l’intermediazione immobiliare; malgrado la situazione pandemica tuttora in corso nel 2020 siamo riusciti ad ottenere dei risultati più che soddisfacenti. Il nostro lavoro nell’intermediazione immobiliare si basa sul fornire una valutazione potenziale dell’immobile, che motiviamo tecnicamente ai nostri committenti. Predisponiamo degli studi di fattibilità che comprendono un’analisi del suo contesto: la sua ubicazione, il suo stato di conservazione attuale, le sue dotazioni per gli aspetti energetici, i suoi costi di manutenzione e gestione, tanto per esemplificare. Aggiungiamo le nostre osservazioni in relazione alla sua tipologia ed alla sua collocazione nel segmento di domanda/offerta del luogo; non tralasciamo l’analisi degli aspetti legali e normativi. Cerchiamo con il nostro lavoro di poter fornire alla clientela tutti gli scenari che consentano di determinare per l’immobile in analisi la migliore strategia operativa mirata alla redditività e all’efficienza. Operando in tal modo siamo riusciti ad avere una clientela fidelizzata grazie alla quale la nostra attività è in costante crescita.

Un anno particolare quindi. Che cambiamenti avete riscontrato? | Secondo il signor Tripepi nel 2020 il mercato immobiliare è sicuramente molto cambiato. Abbiamo visto che in alcune zone del Canton Ticino, dove le richieste stagnavano, oggi si registra una maggior domanda per le case unifamiliari. Sono particolarmente richiesti gli immobili ubicati in piccoli comuni limitrofi ai grandi centri, caratterizzati anche da un buon rapporto prezzo/qualità. Le case unifamiliari con spazi aperti si sono rivalutate: oggi più del passato si avverte l’esigenza di avere uno “sfogo a casa” ovvero un terrazzo o un giardino. Il perdurare dell’emergenza sanitaria, che in molti casi ha costretto a lavorare da casa ha evidenziato la necessità di avere degli spazi nella propria abitazione da poter utilizzare per il lavoro. Credo che diverse società, alla luce di questa esperienza con i loro collaboratori attivi in “smart working”, anche alla fine della pandemia valuteranno questa alternativa alla presenza in ufficio e probabilmente chiederanno al loro personale, almeno ad una parte, di continuare a lavorare da casa. Nonostante la congiuntura economica attuale non sia rosea, continua il signor Tripepi, si riscontra una certa vivacità del mercato immobiliare. Le famiglie che vivono in Ticino stanno “accarezzando il sogno” di acquistare la propria abitazione, in ciò favoriti anche dai bassi tassi ipotecari che, a detta degli addetti ai lavori, tali rimarranno almeno nel medio periodo. Purtroppo, questa possibilità non è aperta a tutti: le regole più stringenti sul finanziamento ipotecario, che deve tener conto anche della sostenibilità da parte dei beneficiari, l’incertezza del momento economico e per alcuni anche il timore della disoccupazione sono freni che almeno per il momento vietano a molti di compiere questo passo.

Come vedete invece il futuro della Rigo Ingegneria e Consulenza? | La nostra attività professionale nell’ambito immobiliare e peritale in Ticino, interviene Claudia, ci ha fatto comprendere che il parco immobiliare della regione è piuttosto vetusto e questa caratteristica sarà, a nostro avviso, una delle principali ragioni che indurrà gli operatori del settore a effettuare importanti investimenti nell’ambito dei lavori di risanamento e finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti. A questo si aggiunge, la situazione pandemica che pone a noi tutti di “ri-considerare i nostri spazi abitativi”. Questo ci porterà ad assumere un nuovo stile di vita, ricercare abitazioni con spazi all’aperto, appartamenti più ampi nei quali destinare una zona a studio/lavoro. Altro tema sarà sicuramente l’aumento degli sfitti sia per gli spazi commerciali che per gli uffici: cosa fare al riguardo e come renderli ancora utilizzabili e produttivi di reddito. Insomma, come vede, tanti temi sui quali chinarci e lavorare.

Cosa vi differenzia da altre fiduciarie? | Il nostro è un “gradevole lavoro” ripagato dall’apprezzamento dei clienti per aver trovato in noi il necessario supporto professionale ed un valido contribuito alla concretizzazione del loro sogno di avere una casa propria con investimenti adeguati. Credo che in generale i professionisti del settore in Ticino siano di ottimo livello, tutti motivati a dare il meglio alla rispettiva clientela seppur con un “sano spirito di concorrenza”.

Siete clienti di “Tutto Immobiliare” da tanti anni. Come vi trovate? | In un mondo ormai “web oriented” una rivista come la vostra ancora consente di poter visionare gli oggetti degli inserzionisti con semplicità e immediatezza, caratteristiche non trascurabili per una scelta ponderata.

Rigo Ingegneria e Consulenza Sagl
Via al Forte 2
6900 Lugano
Tel. +41 91 970 32 31
www.rigoingegneria.com

Condividi su:

Iscriviti alla newsletter