Qual è la pianta d’appartamento adatta a me?

Le piante d’appartamento sono particolarmente amate per arredare gli interni in modo ben riuscito. Possono infatti conferire facilmente una piacevole atmosfera alla cucina, all’ufficio o al soggiorno. Il ventaglio fra cui scegliere è molto ampio. Preferisci fiori tropicali o piuttosto grandi foglie verdi? Oppure stai semplicemente cercando qualcosa di facile da curare, adatto a chi non ha molta esperienza? Le piante d’appartamento sono così tante che troverai in ogni caso ciò che fa per te. Ti mostriamo quali sono le più adatte a seconda dei diversi casi e a che cosa devi prestare attenzione al momento della scelta.

La Monstera abbellisce la tua casa e richiede poche cure.

Piante d’appartamento facili da curare | Dici di non avere il pollice verde? Le piante ti muoiono costantemente perché ti dimentichi di qualcosa nella loro cura? Non preoccuparti, ci sono molte piante d’appartamento che abbelliranno la tua casa pur necessitando di attenzioni minime. Eccoti qualche esempio. Pianta del pane americana – Questa pianta di gran moda spicca per le sue foglie insolitamente grandi e particolari. La Monstera deliciosa, questo il suo nome botanico, è particolarmente adatta come pianta d’appartamento e non ha bisogno di troppe attenzioni. L’unica cosa importante è collocarla in un punto con molta luce, anche se dovrebbe essere esposta ai raggi diretti del sole solamente in inverno. Il terriccio deve essere sempre leggermente umido, mai troppo secco, ma va in ogni caso evitato il ristagno dell’acqua. Pertanto non esagerare quando la annaffi. Dracena – La dracena è una pianta molto diffusa che ricorda vagamente la palma, anche se non appartiene alla stessa specie. La si trova in numerose varietà, tutte ugualmente facili da curare. La dracena ha bisogno di un luogo ombreggiato, con poca luce diretta del sole. Deve essere annaffiata regolarmente e in abbondanza, e il terreno deve essere sempre leggermente umido, pur evitando anche in questo caso il ristagno. L’acqua in eccesso che si raccoglie nel sottovaso dopo l’innaffiatura deve essere pertanto eliminata. Altre piante facili da curare sono i diversi tipi di palme nonostante richiedano un luogo adatto con molta luce, nonché le piante grasse e i cactus.

La Strelitzia reginae con i suoi fiori bizzarri è un vero esemplare esotico.

Piante d’appartamento esotiche | Se vuoi conferire a casa tua un tocco vacanziero, puoi facilmente ricorrere a piante originarie delle zone tropicali. Di seguito te ne indichiamo alcune. Strelitzia reginae – Il magnete per eccellenza. Con i suoi fiori singolari e coloratissimi, la strelitzia costituisce un elemento decorativo per interni impossibile da non notare. Allo stesso tempo è però molto esigente. Questa pianta d’appartamento richiede infatti quanta più luce possibile, in mancanza della quale non produce alcun fiore. Oltre a ciò, ha bisogno di molta acqua: occorre versarne almeno fino a quando non si accumula nel piattino sotto il vaso. L’acqua in eccesso dovrà poi essere eliminata. Palme – Oltre all’aria vacanziera che trasmettono, le palme vantano un’altra importante qualità: sono relativamente facili da curare! Cosa vuoi di più? Non tutte le palme sono però uguali: ce ne sono di diversi tipi, quali la palma da dattero, il palmetto sabal e naturalmente la palma da cocco. Tutte hanno un gran bisogno di luce, anche se in misura leggermente variabile a seconda della specie. Se la palma viene posizionata in un luogo adatto, in pratica chiunque è in grado di curarla con successo. Altri esempi di piante esotiche sono le orchidee, che richiedono molte cure ma non mancano mai di stupire con i loro colori, o ancora i cosiddetti fiori di cera.

Lo spatifillo non è solo bello da vedere bensì depura anche l’aria.

Piante d’appartamento che migliorano la qualità dell’aria | Voglia di aria fresca? Le seguenti piante d’appartamento ti garantiscono un’aria più fresca e anche più pulita. Oltre al normale processo di conversione dell’anidride carbonica in ossigeno, queste piante sono infatti in grado di filtrare le sostanze nocive sospese che possono, fra l’altro, irritare vie respiratorie e occhi oppure causare mal di testa. Tali sostanze entrano costantemente nelle nostre case, ad esempio quando tinteggiamo le pareti o tramite detergenti o adesivi. Sansevieria – Questa pianta è disponibile in molte varietà: con o senza strisce, con foglie larghe o strette. Avrai solamente l’imbarazzo della scelta. Oltre a pulire l’aria, questa pianta è estremamente facile da curare. La sansevieria sopravvive anche con poca luce, ma la sua crescita sarà in questo caso molto moderata. Se vuoi che cresca rigogliosa, collocala invece in un punto della casa soleggiato. In estate occorre annaffiarla ogni volta che il terreno risulta asciutto al tatto, fino a renderlo completamente umido. In inverno è sufficiente meno acqua. Spatifillo – Con i suoi fiori bianchi e delicati, lo spatifillo sa come farsi notare. Questa pianta d’appartamento non solo purifica l’aria, ma è anche molto facile da curare ed è disposta a perdonarti molti errori. Si sente a suo agio in un luogo luminoso ma senza luce diretta del sole. Deve inoltre essere annaffiata regolarmente e comunque ogni volta che lo strato superiore del terriccio si è asciugato. Altre piante che depurano l’ambiente sono l’edera o la palma kentia, che produce quantità di ossigeno superiori alla media.

di Carla Monti, homegate.ch

Altri consigli su casa e tempo libero su blog.homegate.ch/it

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Iscriviti alla newsletter