Il segreto per vendere casa? Per i casi difficili lasciate fare all’home stager

L’home staging è una delle più innovative tecniche di marketing per presentare al meglio un immobile destinato alla vendita o all’affitto: ne abbiamo parlato con Lorenza Cremonini, autentica pioniera del mestiere nel Canton Ticino.

Buongiorno Lorenza, con questa intervista vogliamo spiegare ai lettori di Tutto Immobiliare il tuo lavoro e mettere loro nelle condizioni di capire in che modo puoi aiutare chi compra o vende casa.

Percorsi distinti con un unico obiettivo: garantire il miglior risultato possibile. | Aiuto chi compra casa a cogliere il potenziale dell’immobile visionato: è spesso difficile comprenderlo, esaminando un ambiente vuoto e privo di arredamento. In tale prospettiva, nasce l’home staging: si tratta di una tecnica inventata quaranta anni fa negli Stati Uniti utile a valorizzare gli immobili arredandoli in modo provvisorio e leggero. Ciò consente all’acquirente di immaginare più facilmente l’utilizzo degli spazi che ha a disposizione. A chi vende, invece, offro il vantaggio farlo con tempi assai più rapidi di quanto lo si possa fare seguendo i più classici percorsi. Oscar Wilde diceva che “non c’è mai una seconda occasione per fare una buona prima impressione”: pubblicare immagini brutte e che non fanno capire gli ambienti, allunga i tempi di vendita e spesso esaspera la trattativa con offerte a forte ribasso.

Vuoi raccontarci un caso di successo? | Presto detto: è quello che ho scelto di inserire nel libro “101 Home Staging di Successo”. Un conoscente era proprietario, in Italia, di un appartamento nuovo in villetta al mare, eppure invenduto da cinque anni. Abbiamo cercato, di conseguenza, di allestirlo nel modo migliore: ridipingendo con nuovi colori il tetto in legno scuro e alcune pareti, collocando mobili adatti. Il risultato? Appartamento venduto in tre mesi con piena soddisfazione tanto del venditore quanto dell’acquirente, che ha addirittura conservato l’intero allestimento nel modo in cui lo ha trovato pagando ciascuno dei mobili e degli oggetti presenti, quadri inclusi. Il successo, in questo caso, è rappresentato dal fatto che, anche con ripetuti abbassamenti di prezzo, non si era riusciti a vendere un immobile che alle persone – seppur nuovo – non piaceva anche per la presenza di finiture non più di moda.

Seguirai per noi una rubrica: puoi raccontare ai lettori cosa aspettarsi e quali argomenti verranno trattati? | Si tratta di una rubrica che ho pensato per agevolare il lettore all’utilizzo – anche minimal – di alcuni accorgimenti legati all’home staging, ovvero ciò che viene chiamato in gergo “decluttering”: una selezione e una pulizia degli ambienti che può essere eseguita dal privato, dall’agente immobiliare o da un fotografo soltanto eliminando tutti gli elementi che in una fotografia non hanno motivo di entrare. Darò dei consigli molto semplici: accorgimenti scontati per noi home stager che non sono così ovvi per un privato che intende mettere in vendita l’appartamento e neppure tra le prassi che caratterizzano tutte le agenzie immobiliari. La figura dell’home stager si usa in caso di immobili vuoti, arredati e abitati ma difficili da vendere, malgrado il prezzo sia quello giusto: consente di preparare gli ambienti in maniera ottimale, attraente, accattivante.

Che incidenza ha l’attività di home stager in Ticino e in che modo promuovi il tuo lavoro? | L’attività di home staging esiste e funziona dappertutto, sebbene le tecniche siano differenti a seconda delle città, delle regioni e degli Stati. Abbiamo realizzato il libro per far comprendere che funziona dappertutto: città , paesi, province, mare, montagna. L’home stager è presente anche in Svizzera sebbene non siamo in tante a operare in Ticino. È evidente che parliamo di un servizio esclusivo con un costo non esagerato rispetto al vantaggio che ne deriva: l’home staging si paga da solo. In più di una circostanza ho declinato una richiesta perché il mio lavoro non avrebbe legittimato un congruo rapporto tra spesa e risultato di vendita. Il mio principale obbiettivo è quello di garantire un supporto anche ai professionisti dell’immobiliare, non solo attraverso i suggerimenti elargiti dalle pagine di Tutto Immobiliare ma anche con piccole lezioni ad hoc, visto che sono una formatrice in ambito home staging: offrirò incontri gratuiti. Dritte, accorgimenti, trucchi e segreti: serviranno ad affinare ulteriormente la fase di presentazione di un immobile destinato alla vendita… poi, per i casi difficili, c’è l’home stager.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Iscriviti alla newsletter