Aziende
Smart Living con NEST l’edificio del futuro
Smart Living con NEST l’edificio del futuro

di Rita Angelone, redattrice del portale immobiliare homegate.ch | 

Il processo di innovazione nel settore edile ed energetico della Svizzera va accelerato unendo le forze di ricerca, economia e settore pubblico al fine di sviluppare tecnologie, materiali e sistemi sostenibili e di testarli in situazioni reali. Nell’edificio sperimentale modulare NEST, di Empa e Eawag, questo concetto è stato implementato da maggio 2016 su una superficie di ben 2’500 m².

Più coraggio per l’innovazione | Tutti desiderano abitazioni e uffici in cui sentirsi a proprio agio, lavorare in modo confortevole e che soddisfino le più svariate esigenze abitative e lavorative. La realtà però è ben diversa: abitazioni e uffici surriscaldati in estate e troppo secchi in inverno; in tanti lavorano in ambienti illuminati da luce artificiale invece che da quella naturale, per di più con un’acustica sfavorevole. Ma soprattutto, gran parte degli edifici in Svizzera presentano un elevato fabbisogno energetico per riscaldamento, condizionamento e acqua calda. Nell’ambito della strategia energetica 2050, il fabbisogno energetico dovrà essere ridotto in totale del 40% entro il 2035 e al contempo la quantità di energia fossile dovrà essere pari ad un terzo di quella attuale. Ciò richiede una vera trasformazione degli edifici, soprattutto degli 1,4 milioni di edifici antichi con un rendimento energetico insufficiente. L’esperienza, però, mostra che nel settore edile il percorso dall’idea all’implementazione sul mercato è molto lungo e tortuoso. Per questo spesso tanti concetti innovativi e promettenti rimangono incompleti: costi edili elevati e l’esigenza di edifici di durata pari a 20 anni e oltre scoraggiano dal trovare soluzioni innovative che non siano state ancora messe in pratica e dimostrate.

Un NEST come “Living Lab” | Edificio abitativo, per uffici e laboratori, tutto in uno! NEST è un vero e proprio “Living Lab”. Gli studenti che lo abitano partecipano anche al test: chi lavora da NEST fa parte dell’impianto di prova! L’edificio è costituito da una struttura di base, la cosiddetta spina dorsale, e da unità flessibili e sostituibili che, nel corso della loro attività, saranno sostituiti o rinnovati dopo alcuni anni di ricerca. NEST funge così da ponte tra ricerca e settore privato, idee funzionanti in laboratorio e prodotti di successo sul mercato. Dai nuovi materiali, sistemi, dai singoli componenti e con l’impiego dei nuovi processi edilizi, hanno origine ambienti di vita in cui le persone vivono e lavorano. Invece che essere testate solo in laboratorio, le singole soluzioni vengono messe alla prova all’interno dell’intero sistema NEST. La costante interazione con inquilini e utenti consente una valutazione completa delle nuove soluzioni in condizioni che si avvicinino di più alla realtà.

Primi universi lavorativi e abitativi in azienda | NEST è stato messo in uso già da tempo. Con l’apertura di questo edificio sono entrate in funzione anche le prime due unità: i primi utenti si sono trasferiti nei loro uffici e i primi inquilini nelle loro abitazioni. Meet2Create è un’area adibita ad uffici, concepita per acquisire conoscenze sugli universi lavorativi del futuro. Insieme ai partner economici, ricercatori e ricercatrici dell’Università di Lucerna operano nell’ambito di temi come flessibilità e varietà del mobilio, clima personalizzabile sul luogo di lavoro, controllo della luce naturale, tessuti fonoassorbenti, impiantistica passiva nelle sale riunioni e tanto altro. La seconda unità completata è chiamata Vision Wood e si tratta di un modulo abitativo per studenti. È focalizzato sulle innovazioni che conferiscono nuove funzioni al legno, un materiale comprovato, generando così nuove possibilità di impiego. L’unità abitativa dimostra quanto sia possibile sfruttare questo materiale in soluzioni futuristiche per costruzioni ecologiche e con un design attraente, spaziando da superfici antimicrobiche in legno all’impiego di legno idrofobo, fino a giungere al legno magnetizzabile, al bambù composito e tanto altro.

Un simbolo per le costruzioni del futuro | La struttura modulare di NEST secondo il principio Plug & Play prevede l’integrazione di unità aggiuntive nei mesi e negli anni a venire. L’unità “Urban Mining e Recycling”, ad esempio, considera i rifiuti una fonte per generare nuovi materiali, mentre l’unità “Active Assisted Living” sviluppa sistemi di assistenza che consentiranno di condurre una vita autonoma nonostante gli acciacchi senili (vedi anche Smart Living in età senile: modelli abitativi alternativi per gli anziani moderni). Ulteriori informazioni sullo stato di programmazione in corso delle nuove unità NEST sono disponibili qui. NEST è il frutto di una cooperazione tra ricerca, economia e settore pubblico. Ad oggi, ben 90 partner supportano NEST. Da NEST le aziende sono in grado di accelerare i loro processi di innovazione, gli scienziati di fare ricerca in tempo reale, la politica, le autorità e gli investitori di acquisire informazioni sul futuro del settore edile, energetico e immobiliare.

Smart Living è la nuova filosofia di vita | Nei prossimi mesi ci occuperemo di diversi aspetti della vita intelligente del futuro. Ci aiuti a migliorare la gestione di questa serie di articoli, comunicandoci quali concetti ha già interiorizzato o su quali punta equali sono le sue visioni personali per gli anni a venire e i suoi desideri/le sue richieste per la casa del futuro!

Altri consigli su casa e tempo libero su blog.homegate.ch/it

Smart Living con NEST l’edificio del futuro Smart Living con NEST l’edificio del futuro Smart Living con NEST l’edificio del futuro Smart Living con NEST l’edificio del futuro
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter