Aziende
Pompe di calore: l’energia che viene dall’ambiente
Pompe di calore: l’energia che viene dall’ambiente

di Jürg Zulliger, redattore del portale immobiliare homegate.ch | 

Grazie alla loro efficienza come sistemi di riscaldamento, le pompe di calore sono oggi fortemente richieste in Svizzera. Ma a cosa occorre prestare attenzione quando si acquista una pompa di calore? I consigli seguenti forniscono indicazioni di orientamento anche per gli acquirenti meno esperti.

Il prezzo del petrolio sale e scende in una continua altalena. I rischi e le incertezze che caratterizzano l’approvvigionamento di energia e il problema del riscaldamento globale sono fonte di preoccupazione: chi oggi costruisce o ristruttura una casa, quindi, cerca sempre più spesso delle alternative alle fonti energetiche convenzionali. Fra le soluzioni attualmente più in voga ci sono le pompe di calore, la cui quota di mercato ha registrato un forte incremento negli ultimi anni. Secondo l’Associazione professionale svizzera delle pompe di calore (APP), in Svizzera vengono vendute circa 20’000 pompe di calore all’anno. «Nel segmento delle case unifamiliari di nuova costruzione, la quota di mercato è già arrivata all’80-85 percento», afferma Peter Egli, responsabile marchio di qualità della APP. Sul mercato sono come sempre presenti prodotti a marchio «swiss made», come per esempio le pompe di calore dei produttori svizzeri CTA o Termogamma.

Le pompe di calore diventano più convenienti | In ragione della concorrenza internazionale, oggi molte pompe di calore arrivano tuttavia anche dall’estero, sia dall’UE o - in misura crescente - dall’area asiatica. Il progresso tecnico, l’aumento dei volumi di produzione e la concorrenza hanno fatto sì che le pompe di calore siano divenute tendenzialmente più convenienti. In linea generale si distinguono varie tipologie: particolarmente economiche sono le pompe di calore ad aria, che prelevano il calore dall’ambiente circostante e lo rendono utilizzabile per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria all’interno dell’abitazione. «Per una casa unifamiliare di medie dimensioni, una pompa di calore di questo tipo costa da 20’000 a 25’000 franchi circa», spiega Peter Egli. Questi impianti non sono tuttavia l’ideale in termini di efficienza energetica, soprattutto quando devono generare calore durante un inverno rigido.

Il sottosuolo come fonte di calore | Più efficienti, ma anche più costose, sono le pompe di calore salamoia-acqua. Questi sistemi prelevano il calore dal sottosuolo a una profondità variabile fra 50 e 300 metri circa. L’interro dei tubi implica per una casa unifamiliare un costo aggiuntivo di circa 10’000 franchi. L’investimento iniziale viene tuttavia compensato sul lungo termine da ridotti costi di funzionamento. È consigliabile consultare l’ufficio cantonale dell’ambiente per verificare l’idoneità di un determinato luogo all’interro dei tubi. I vari tipi di pompe di calore possono essere installati sia in caso di nuova costruzione, sia in caso di ristrutturazione. Esistono impianti di qualunque dimensione, da quelli per abitazioni singole a quelli per grandi edifici, fino a impianti per interi centri abitati.

La progettazione è fondamentale | Particolarmente importanti sono una progettazione accurata e un’esecuzione professionale. «La progettazione, la posa e il montaggio richiedono competenze elevate ai progettisti che lavorano al progetto», afferma Peter Egli dell’associazione di settore APP. L’intero impianto deve essere dimensionato e progettato specificamente per l’edificio a cui è destinato. Sarebbe sbagliato, per esempio, prevedere un impianto di grandi dimensioni per una casa mal isolata. L’ideale sarebbe realizzare un buon isolamento dell’edificio, oppure ottimizzare l’isolamento esistente (segnatamente l’isolamento di facciata e finestre), e solo successivamente mettere mano ai lavori per passare a una pompa di calore moderna.

Pompa di calore: consigli pratici | Proprio i committenti privati o le comunità di proprietari per piani dispongono di conoscenze tecniche spesso insufficienti. Esistono diversi modi per ottenere assistenza o accertarsi della presenza di marchi di qualità e certificati:

  • la maggior parte dei Cantoni e dei Comuni mette a disposizione dei servizi d’informazione sull’energia che offrono consulenze gratuite;
  • l’associazione di settore APP attribuisce un marchio di qualità agli apparecchi testati e anche alle società di trivellazione; www.fws.ch
  • in collaborazione con SvizzeraEnergia e altri partner, l’associazione di settore APP ha inoltre creato il nuovo Modulo di sistema per pompe di calore. (www.wp-systemmodul.ch). A partire dalla primavera 2015 questo servizio sarà disponibile per gli impianti di piccole dimensioni su tutto il territorio svizzero.

Con la certificazione di un modulo viene garantito che i singoli componenti della pompa di calore siano progettati correttamente e adattati gli uni agli altri. Grazie a una progettazione, un’esecuzione e una messa in esercizio corrette viene garantito un funzionamento efficiente dal punto di vista energetico.

Conclusione | Verifichi dopo uno o due inverni a quanto ammonta il fabbisogno di energia residuo per il funzionamento della pompa di calore. Se tutto funziona come si deve, l’investimento risulterà vantaggioso sia per l’ambiente, sia per il suo portafogli.

Ulteriori articoli sull'argomento «casa»
blog.homegate.ch

Pompe di calore: l’energia che viene dall’ambiente Pompe di calore: l’energia che viene dall’ambiente
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter