Aziende
Piscine: vivere come le star di Hollywood
Piscine: vivere come le star di Hollywood

di Gabi Hophan, redattrice del portale immobiliare homegate.ch | 

Molti pensano che solo i più abbienti possano permettersi una piscina privata. Al giorno d’oggi, tuttavia, molti più svizzeri di quanto si pensi riescono a realizzare il sogno di una piscina tutta propria. Il mercato delle piscine private è in forte espansione. Vi proponiamo delle linee guida su cosa tenere in considerazione quando si pensa a una piscina privata.

Da secoli le persone amano nuotare o divertirsi in acque naturali o in piscine artificiali. Inserita in un bel giardino, l’acqua esercita un fascino incredibile e contribuisce al benessere fisico e spirituale delle persone. Naturalmente una piscina è anche sinonimo di lusso, glamour e lifestyle hollywoodiano. Molti registi hanno scelto le piscine per ambientare scene famose. Basti pensare al leggendario film «La piscina» con Jane Birkin, Romy Schneider e Alain Delon o alla scena con Dustin Hoffman che, nella piscina dei genitori, è disteso supino e scruta il cielo («Il laureato»).

Quanto costa una piscina | Chi vuole realizzare il sogno di una piscina privata deve innanzitutto fare chiarezza sui suoi desideri e sul suo budget. Per una vera e propria piscina in giardino sono necessari circa 60 metri quadrati di terreno pianeggiante. Per l’intera pianificazione, lo scavo, la piscina, gli impianti e l’equipaggiamento necessario si deve considerare un budget di almeno 80’000 franchi. «La scala è naturalmente aperta verso l’alto», afferma Kurt Frey dell’associazione di categoria Aqua Suisse. Per una piscina privata coperta, all’interno di un edificio, è necessario un budget ancora maggiore, poiché le spese per la struttura specificatamente progettata a prova di umidità, per le fondamenta, l’aerazione e l’impiantistica comportano in men che non si dica costi per diverse centinaia di migliaia di franchi.

Piscine più convenienti | Chi non ha né così tanto spazio né così tanti soldi può optare per delle alternative: nelle maggiori catene di negozi per l’edilizia, come Hornbach oppure Obi, esistono piscine mobili e in materiale sintetico. Una pompa di circolazione e alcune sostanze chimiche sono sufficienti per purificare l’acqua e realizzare il sogno di un’estate divertente e rilassante a bordo vasca senza dover spendere troppo. Budget: da circa 1’000 a 1’500 franchi. La durata e la qualità nelle varianti «low budget» non possono tuttavia competere con una realizzazione tecnicamente professionale. Secondo Kurt Frey dell’associazione di categoria Aqua Suisse la domanda di piscine private in Svizzera non accenna ad arrestarsi. Non esistono indagini ufficiali di mercato, tuttavia egli stima che ogni anno in Svizzera vengano realizzate dalle 1200 alle 1500 piscine private. Da questo numero sono escluse le piscine più a buon mercato che si acquistano nei negozi per l’edilizia e che vengono montate direttamente dall’acquirente. A seconda del budget e delle proprie abilità è possibile trovare anche dei buoni compromessi: il cliente ha per esempio la possibilità di acquistare autonomamente la piscina da montare, i prodotti per la purificazione dell’acqua e la pompa di circolazione nonché di realizzare quasi del tutto in autonomia il suo sogno. Per i dettagli dell’impiantistica può avvalersi del supporto di un costruttore di piscine professionale o di un installatore di sanitari.

Piscina: sempre meglio rivolgersi a professionisti | Quando si sceglie un’impresa o un fornitore è importante prestare sempre attenzione alla serietà e all’esperienza. «In linea di principio, ogni fornitore o montatore è in grado di procurarsi sul mercato i componenti necessari», afferma Carlo Hophan, ingegnere, consulente e specialista di piscine di lunga data di Zumikon (ZH). Per una pianificazione, esecuzione e messa in funzione a regola d’arte è necessaria invece una grande competenza tecnica. Nella scelta si raccomanda pertanto di prestare attenzione soprattutto ai seguenti punti:

  • referenze di piscine realizzate con successo ed elenco dei clienti;
  • indicazioni sugli anni di esperienza in questo settore di attività (un’attività pluriennale è spesso garanzia di un lavoro serio);
  • in caso di difetti o problemi, è preferibile che l’azienda provenga dalla propria regione per evitare lunghi viaggi.

Negli ultimi anni i materiali e l’impiantistica hanno fatto passi da gigante. Ciò non solo si ripercuote positivamente sui prezzi, ma ha anche consentito di sviluppare una scelta incredibilmente ampia di misure, forme e tipi di costruzioni. Per le piscine private più piccole, per esempio, le realizzazioni in acciaio cromato sono molto interessanti: questi tipi di piscine sono diventati particolarmente convenienti negli ultimi anni e sono caratterizzati da un’elevata qualità in fatto di tenuta. Lo svantaggio maggiore di una piscina in acciaio è il fatto che, in assenza di sole e in presenza di acque poco profonde, non assume il caratteristico colore blu.
 
Qualche domanda sulla piscina | Per la pianificazione, la maggior parte di architetti ed esperti ritiene fondamentale che la piscina o l’idromassaggio siano ben inseriti nell’ambiente circostante. Idealmente, la piscina e l’intero giardino costituiscono un’integrazione ottica e funzionale alla casa. Bisogna inoltre tenere conto anche di alcuni aspetti del tutto pratici: è necessario un vano tecnico separato? Si desidera anche uno spazio barbecue o un angolo cottura? Quali sono gli accessori e gli arredi più adatti (poltrone, sdraio, area per bagni di sole o per giocare ecc.)? Non vanno dimenticati altri accessori ed elementi. In una piscina all’aperto è per esempio molto consigliabile una copertura, che mantenga il calore dell’acqua di notte o nelle giornate fredde, protegga la piscina dalla sporcizia e prevenga gli incidenti (i bambini non cadono in acqua).

Piscina: tutti gli annessi e i connessi |  In quanto profani, non vanno sottovalutati altri aspetti importanti. Soprattutto la cura, la manutenzione e l’assistenza: l’elemento principale è un impianto di filtrazione che ricircola e purifica l’acqua. Sono importanti periodici lavori di manutenzione, di solito eseguiti dall’azienda che ha fornito e realizzato la piscina. Le spese regolari inerenti ad assistenza, corrente, prodotti chimici ecc. raggiungono velocemente i 2500-3500 franchi all’anno. Così come per tutti gli impianti tecnici e le costruzioni, nel lungo periodo vanno messi in conto determinati costi per le riparazioni e la manutenzione. Se si desidera ottenere un prodotto qualitativamente di pregio vale la pena riflettere se, anziché acquistare la piscina direttamente presso un’azienda di costruzione di piscine o presso un fornitore, non sia il caso di rivolgersi a un progettista specializzato in grado di soddisfare totalmente le esigenze del committente, di definire dettagliatamente l’incarico, di redigere una descrizione delle prestazioni e un elenco degli obblighi nonché, sulla base di tutto questo, di indire un bando. «In questo modo il committente ha la possibilità di confrontare diverse offerte che rispondono davvero alle sue esigenze», spiega l’esperto Carlo Hophan. Il coinvolgimento di un progettista comporta ovviamente dei costi aggiuntivi, ma garantisce che si tenga davvero conto di tutti gli accessori, dei fornitori necessari e del progetto complessivo della piscina.

La piscina naturale come alternativa | I committenti e i proprietari di case che amano vivere a stretto contatto con la natura possono considerare l’installazione di una piscina biologica. In questi casi è possibile per lo più rinunciare ai prodotti chimici, per esempio il cloro, che viene solitamente utilizzato nelle piscine tradizionali. La piscina naturale assomiglia a un biotopo, dove piante e microorganismi si occupano della pulizia dell’acqua. Concretamente, si ha a che fare con una vasca simile a una piscina, circondata da uno stagno con acque basse che serve per la pulizia. Tuttavia, con le piscine biologiche non si può assicurare l’igiene completa, pertanto è possibile la formazione di alghe e sostanze simili. Anche qui è importante una buona cura, pulizia, rimozione delle alghe, ecc. Nelle piscine naturali di ultima generazione anche seguendo questa filosofia non può essere escluso l’uso della tecnica, per lo più sotto forma di filtri e di pompe di circolazione. Indipendentemente dalla piscina che sceglierete, vale il principio secondo cui, se il vostro sogno è ben progettato, vi sentirete bene quasi come Dustin Hoffman o Jane Birkin nelle famose scene della storia del cinema.

Ulteriori articoli sull'argomento «casa»
blog.homegate.ch

Piscine: vivere come le star di Hollywood Piscine: vivere come le star di Hollywood Piscine: vivere come le star di Hollywood
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter