Aziende
Benvenuto a casa: nuovi trend abitativi
Benvenuto a casa: nuovi trend abitativi

di Marianne Kohler, redattrice del portale immobiliare homegate.ch | 

Con l’arrivo della primavera vogliono manifestarsi anche nuovi trend abitativi. Per fortuna, perché abbiamo voglia di freschezza, di eleganza e di un nuovo senso di “a casa”.

1. Freschezza primaverile | Per portare freschezza nell’abitazione la miglior cosa sono i colori chiari e delicati e piccoli dettagli creati con amore. Entrambe le cose sono presenti in grandissima quantità nelle nuove collezioni delle boutique e negozi per articoli d’arredamento. Questo bel esempio del negozio zurighese Artiana ce lo mostra delicatamente. L’eleganza è un nuovo tema importante per l’abitare. Significa che tutto torna ad essere chic e bello. Sono passati i trend abitativi in cui tutto sembrava improvvisato come ad esempio il sobrio e monocromatico stile scandinavo. Questo stile faceva subito pensare ad abitazioni Airbnb arredate velocemente. Ora vogliamo che anche un’abitazione da tre locali in affitto sia confortevole come un albergo di lusso o una magnifica villa. Perché l’abitare e l’essere a casa è un polo di tranquillità nella sfrenata quotidianità. Quindi arrediamo la nostra abitazione con maggior impegno e attenzione e ci godiamo qualche piccolo lusso.

2. Pastello delicato | Molto tempo fa il rosa e il celeste sono entrati furtivamente nei nostri spazi abitativi. Ora sono finalmente di moda e hanno conquistato anche i cuori degli uomini o almeno non li disturbano più. Le gradazioni di pastello si fanno vedere delicatamente, un po’ spezzati e non uniti. Il rosa si combina meglio con il color ruggine, il beige marrone e il color terracotta, come mostra questo esempio di H+M Home. Ci sono anche punti brillanti come accessori e dettagli in ottone. I materiali e i tessili rivestono un ruolo importantissimo nell’arredamento. Vengonomescolati il ruvido con il delicato, il soffice con il grossolano, l’opaco con il lucido.

3. Urban Country | Il celeste per contro ama il bianco e nero e il lino. Si mostra qui nel modo più bello con il nuovo trend, l’Urban Country Look. Il negozio di arredamenti svizzero Interio mostra bene questo look con questo esempio. Un grosso e soffice divano rivestito con lenzuola, cestini grandi e un rigoglioso mazzo di fiori si mescolano con chiare linee e una certa riduzione. Con questo nuovo fresco e caloroso trend abitativo le abitazioni cittadine diventano vive come quelle di campagna e quelle di campagna urbane e moderne senza che qualcosa sembri artificiale.

4. Fermata intermedia: nostalgia | I trend vengono con le nostalgie e queste portano lontano, nel passato o nel futuro. Attualmente amiamo le frange, i tappeti, l’ottone e il marmo: tutte cose che vedevamo con piacere nella sala della nonna. Ma niente paura, ci sono accessori per l’abitazione dall’aspetto freschissimo e modernissimo che creano questo tipo di nostalgia e quindi si abbinano perfettamente in tutti gli arredamenti. Alcuni bei esempi di questo tipo sono contenuti nella collezione della ditta danese Bloomingville.

5. Collezioni | Le collezioni non sono solo quello che le ditte di decorazione e di arredamento offrono ma anche qualcosa di veramente trendy. Collezionare e raccogliere oggetti fa parte del decorare. Per molto tempo ci è stato detto che dobbiamo trovare proprio l’oggetto giusto. Ne abbiamo abbastanza. Non vogliamo più limitarci ma regalarci il maggior numero possibile di cose belle che ci fanno provare piccole gioie nella quotidianità. Sul divano amiamo stringere molti cuscini come ad esempio queste piccole meraviglie della ditta danese Bungalow. I diversi materiali, colori e campioni insieme diventano ancora più belli. Lo stesso discorso vale per i quadri, i vasi e fondamentalmente per tutti gli oggetti da decorazione.

6. Tessuto e natura | Nella collezione e nella combinazione anche la natura e i diversi materiali rivestono un ruolo importante. Ad esempio per il letto non viene più utilizzato un solo tipo di lenzuolo ma vengono combinate diverse lenzuola. E vengono aggiunti anche cuscini decorativi e coperte. Questo esempio del negozio di arredamenti svizzero Pfister mostra come può essere bello.

7. Art Déco | Alcuni periodi sono imparentati, ad esempio la nostra epoca presenta alcune parallele con gli anni 20 del secolo scorso. Quell’epoca è stata caratterizzata da situazioni politiche estreme e da una rivoluzione industriale. Quindi non è un caso che noi, nel mezzo della rivoluzione digitale, guardiamo un po’ nel passato, negli anni venti, anche per quanto riguarda lo stile e flirtiamo con l’Art Déco. Questo stile è diventato famoso in tutto il mondo nel 1925 con un’esposizione a Parigi. Vennero mostrati l’arte decorativa moderna e il design industriale. Lo stile Art Déco rapisce con linee e forme chiare e una grandiosa arte artigianale. Attualmente è di nuovo il grande modello per molti pregiati oggetti decorativi. Le belle lampade da tavola e le eleganti ciotole e scatole di Louise Roe sono buoni esempi.

8. Sdraiarsi e innamorarsi | La chaise longue o il lettino sono mobili nuovamente molto apprezzati. Permettono di riposarsi senza dover dividere il posto con altri come ad esempio un divano, e inoltre è molto elegante. Questo bel pezzo della collezione della ditta olandese HK Living ha un bel disegno con fiori e uccelli e dona all’arredamento un tocco di esoticità.

9. Nero e filigrana | Anche un altro importante trend abitativo rende più elegante l’abitazione. Molti nuovi mobili sono neri e color filigrana. Questi esempi sono della ditta danese House Doctor.

10. Il nuovo verde | Quando si parla di nuovi trend abitativi non possono mancare i colori. Il colore più importante per l’arredamento è un verde, o più esattamente un verde salvia leggermente ingrigito. È talmente armonioso e adattabile che può essere utilizzato anche per decorare le pareti. Il verde viene utilizzato anche per i rivestimenti di poltrone, la biancheria del letto e per piccoli oggetti. Questo colore di parete è della ditta di colori inglese Little Greene.

Benvenuto a casa: nuovi trend abitativi
Torna indietro
Iscriviti alla newsletter